Annalisa Perrella

Counselor Gestaltico

Niente è come sembra, è come senti

Presentazione

Counselor ad indirizzo Gestaltico, vedo il mondo in maniera integrata, ogni elemento materiale ed immateriale si interseca con l'altro e noi siamo una parte del tutto.

Contatti

Email: annalisa.perrella@spaziocounselor.it
Città: Spoltore
Provincia: Pescara

Biografia

Mi Chiamo Annalisa Sono un Counselor ad indirizzo Gestaltico, ciò significa che vedo il mondo in maniera integrata, ogni elemento materiale ed immateriale si interseca con l'altro e noi siamo una parte del tutto.
I miei studi , nel corso degli anni si sono integrati anch'essi, in accordo con la mia visione ( ma questo l'ho scoperto solo dopo 🙂 )
Gli studi giovanili nel liceo delle scienze sociali mi hanno portato ad innamorarmi dell'osservazione delle infinite combinazioni dell'essere umano , interazioni con l'ambiente e con altri uomini.
In seguito ho conseguito una laurea specialistica in Economia e management , apparentemente opposta ai miei interessi filantropici , ho successivamente capito che l'economia è un riflesso della psicologia umana del periodo storico che si sta vivendo e questo mi ha affascinato tantissimo.
il mio amore per la conoscenza dell'essere umano e la voglia di scoprire me stessa , mi hanno portato a diventare un Counselor professionista nel 2014, precisamente : " Agevolatore nella relazione di aiuto tecnico socio-assistenziale individuale e di gruppo"..... un pò lungo come titolo effettivamente:)
Nel 2019 per unire le mie due anime Emozionale - Economico ho partecipato alla specializzazione in Business Counseling. Counseling in aiuto alle aziende e alle organizzazioni.
L'esperienza nell'aiuto delle persone mi ha fatto comprendere quanto importante sia rimanere umani e lavorare allo stesso livello e come disse uno dei precursori del Counseling Carl Rogers :
„Quando una persona capisce di essere sentita profondamente, i suoi occhi si riempiono di lacrime.
Io credo che, in un senso molto reale, pianga di gioia.
È come se stesse dicendo: «Grazie a Dio, qualcuno mi ascolta. Qualcuno sa cosa vuol dire essere me.»“